Uno degli inestetismi della pelle più diffusi è la presenza di brufoli sottopelle che può comparire in qualsiasi individuo senza distinzione di sesso o età.
Tuttavia, sembrerebbe manifestarsi con incidenza maggiore negli adolescenti, forse a causa delle continue alterazioni ormonali tipiche della loro età.

Questi brufoli incistati, sono molto fastidiosi e difficili da eliminare, infatti spesso è necessario rivolgersi a un dermatologo per eliminarli del tutto, partendo dalle cause che ne hanno determinato la comparsa.

Le cause più diffuse dei brufoli sottopelle

I brufoli sottopelle si manifestano sotto forma di protuberanze situate al di sotto della pelle e possono presentarsi in dimensioni variabili.
A differenza dei classici brufoli, i brufoli sottopelle non presentano la tipica punta bianca in quanto l’infiammazione si sviluppa a livello sottocutaneo.

La causa primaria della loro comparsa è l’infiammazione a carico dei follicoli piliferi.
Nel follicolo pilifero si accumulano batteri, detriti cellulari e altro materiale, che possono provocare la fuoriuscita di pus. Il pus rimane intrappolato a livello sottocutaneo, e, accumulandosi, determina la formazione di comedoni, cisti e papule.

Questo processo infiammatorio del follicolo pilifero, può presentarsi per svariati motivi, tra cui:

  • Cambiamenti ormonali
  • Eccessiva produzione sebacea
  • Scarsa o errata detersione della pelle
  • Eccessiva e incontrollata esposizione al sole
  • Disturbi epatici (problemi e disfunzioni del fegato)
  • Utilizzo di prodotti cosmetici aggressivi
  • Alimentazione sregolata
  • Stress fisico e mentale
  • Componente genetica
  • Reazioni allergiche
  • Sfregamento

I brufoli sottopelle possono comparire in diverse parti del corpo. Le zone più interessate sono:

  • La zona T, composta da naso, mento e fronte
  • Cuoio capelluto e nella barba
  • Zona ascellare, torace e seno
  • Zona dell’inguine
  • Schiena e braccia

La loro comparsa può essere accompagnata da alcuni sintomi che potrebbero provocare imbarazzo e disagio nel paziente, come: rossore, prurito, pelle secca e screpolata, dolore e gonfiore attorno all’area del brufolo.
In alcuni casi, questi brufoli possono essere talmente piccoli da essere percepiti unicamente al tatto; altre volte, invece, possono essere ben evidenti e talvolta anche dolorosi.

Come eliminare i brufoli sottopelle

In caso di episodi isolati, i brufoli sottopelle tenderanno a regredire spontaneamente, non è necessario, dunque, intervenire con alcun tipo di trattamento.

In caso di disturbo grave o invalidante si consiglia di prenotare una visita dermatologica, evitando “cure fai da te” che potrebbero solo peggiorare la situazione.
Il dermatologo, una volta individuata la causa, potrà indicare al paziente la terapia più idonea.

È possibile prevenire la formazione di brufoli incistati mantenendo sempre la pelle pulita e idratata.

Cosa fare:

  • Detergere viso e corpo con prodotti non aggressivi, rimuovendo sporco, detriti e sebo in eccesso
  • Seguire una corretta alimentazione, evitando cibi grassi, fritti e dolci e prediligendo il consumo di verdure, pesce e cereali
  • Bere molta acqua per favorire l’idratazione ed eliminare le tossine

Cosa non fare:

  • Non toccare e/o schiacciare i brufoli con le mani
  • Evitare i rimedi e le cure fai da te
  • Non abusare di alcol e farmaci, limitandone l’uso a situazioni di stretta necessità