Che cos'è il Tampone Vaginale Molecolare Trichomonas Vaginalis DNA (TV) metodica PCR

Alcuni fastidi a livello dell’apparato genitale femminile, come bruciore, prurito ai genitali esterni, perdite di colore giallastro, possono essere il sintomo di un’infezione a trasmissione sessuale come la Trichomonas Vaginalis. Per rilevarne la presenza, è disponibile presso il GCS Point un tampone specifico la cui analisi con metodica PCR garantisce una sensibilità e affidabilità di gran lunga superiore rispetto alle metodiche di microbiologia classica. 

Si tratta, infatti, di un medoto molto sensibile, raccomandato dalle linee guida internazionali, con una specificità molto elevata superiore al 99%.

In cosa consiste?

Il ginecologo, aiutandosi con lo speculum, procede ad un prelievo, tramite un tampone simile a un cotton fioc, di un campione di secrezioni vaginali, che sarà successivamente sottoposto ad analisi.

Preparazione

Non è possibile effettuare il tampone durante il flusso mestruale. Sette giorni prima: sospendere eventuali terapie antibiotiche e antimicotiche. 24 ore prima: evitare rapporti sessuali e non fare uso di lavande o creme vaginali. Evitare di urinare a partire da 3 ore prima del tampone.