Che cos'è l'ecografia ginecologica di secondo livello?

L’ecografica ginecologica di secondo livello viene effettuata da operatori esperti utilizzando un ecografo 3D di alta qualità per approfondire lo studio dell’apparato genitale femminile in caso di dubbi sulla presenza di patologie.

Si tratta solitamente di una ecografia transvaginale poiché la vicinanza della sonda alla cervice permette una migliore esplorazione delle aree interessate.

È possibile altresì effettuare questa ecografia per via transaddominale (quando vi siano pazienti con integrità dell’imene, o in caso di masse addomino-pelviche, o per escludere l’implicazione delle vie urinarie e del tratto intestinale per alcune patologie) o per via rettale (quando l’ecografia transaddominale in donne con imene integro non risulti sufficiente per una diagnosi corretta).

Quando effettuare una ecografia ginecologica di secondo livello?

L’ecografia ginecologica di secondo livello può essere richiesta in presenza di:

  • dolori pelvici
  • possibile endometriosi
  • sanguinamenti
  • irregolarità del ciclo mestruale
  • sospetta patologia emersa in precedenti visite ginecologiche

In quale periodo del ciclo è meglio sottoporsi ad una ecografia ginecologica di secondo livello?

Si suggerisce di effettuare l’ecografia tra il 15° e il 28° giorno del ciclo mestruale. Il medico curante, sulla base di specifiche esigenze di diagnosi, potrà richiedere giorni più specifici.

Quanto dura

La durata dell’ecografia ginecologica di II livello è di circa 30 minuti.

Preparazione

Nel caso di accesso transvaginale la vescica deve essere vuota. In caso di ecografia transaddominale si richiede invece vescica piena.