Che cos'è lo Screening Maculopatia?

La maculopatia è una malattia della macula, la parte centrale della retina e si manifesta con sintomi quali:

  • La perdita progressiva della visione centrale
  • La visione distorta delle immagini (metamorfopsia)
  • La difficoltà di eseguire attività che richiedono un impegno importante della vista

Esistono diversi tipi di maculopatia, tra i quali quello più comune è la degenerazione maculare senile, legata all’età avanzata. Oltre all’età, altri fattori possono contribuire all’insorgenza di forme di maculopatia:

  • Il diabete
  • L’ereditarietà
  • Una elevata miopia
  • Fumo
  • Obesità
  • Ipertensione arteriosa
  • Esposizione frequente a luci di notevole intensità

Nella maggior parte dei casi la maculopatia si manifesta in forma secca, con l’assottigliamento progressivo della retina causato da detriti cellulari detti drusen che si raccolgono dietro la retina. Nel restante 10% dei casi si tratta di maculopatia essudativa o umida, nella quale nuovi vasi sanguigni si formano e da essi fuoriescono sangue e fluidi che provocano i disturbi alla vista.

Lo screening maculopatia include le prestazioni oculistiche necessarie alla diagnosi di questa patologia:

  • OCT – Tomografia Ottica Computerizzata
  • Retinografia

In cosa consiste

La Tomografia Ottica Computerizzata, altrimenti detta Tomografia a Coerenza Ottica, è un esame non invasivo che sfrutta la diagnostica per immagini ad alta risoluzione per poter esaminare in maniera approfondita la cornea, la retina e il nervo ottico. 

Lo strumento utilizza un fascio di luce a infrarossi per la scansione delle diverse strutture dell’occhio. Non è necessario alcun anestetico, poiché non avviene contatto diretto con l’occhio. L’esame è dunque completamente indolore. 

La retinografia è un esame che permette di ottenere immagini a colori del fondo oculare, tramite uno strumento detto retinografo. Sarà necessario instillare gocce midriatiche per dilatare la pupilla ed ottenere una migliore visione del fondo oculare.

Quanto dura

La prestazione dura circa 30 minuti.

Preparazione

Non è necessaria alcuna preparazione. Poiché la dilatazione della pupilla provocherà un annebbiamento della vista, si suggerisce di non guidare nelle due ore successive alla prestazione