Che cos'è lo screening ipertensione?

L’ipertensione arteriosa è comunemente conosciuta come pressione alta ed indica una pressione del sangue elevata nelle arterie. Questa condizione può costituire un fattore di rischio per lo sviluppo di diverse patologie a carico del cuore e per questo è molto importante tenerla sotto controllo.

Lo screening ipertensione del GCS Point è pensato proprio per monitorare la pressione arteriosa e prevenire conseguenze cardiologiche gravi. Le prestazioni incluse sono:

  • Visita cardiologica
  • Ecocardiocolordoppler
  • Holter Pressorio 24h

In cosa consiste lo screening ipertensione

Il medico specialista dà inizio alla visita cardiologica con una valutazione anamnestica approfondita, attraverso la quale vengono raccolti quanti più dettagli possibili sul paziente, sulle sue condizioni cliniche e sul suo stile di vita, sulla familiarità di malattie cardiache e sull’uso di farmaci, in modo tale da identificare i fattori di rischio.

Si procede poi all’esame obiettivo, con la valutazione dei sintomi presentati dal paziente attraverso palpazione, auscultazione e rilevazione della pressione arteriosa.

Successivamente, si procede all’effettuazione dell’ecocolordoppler cardiaco a riposo, un’ecografia che si avvale del supporto del modulo Doppler per analizzare lo stato di salute del cuore.
In particolar modo, questo permette di valutare le dimensioni delle camere cardiache, rilevare le malattie delle valvole cardiache, individuare le patologie cardiache congenite. Le immagini a colori riescono a dare una chiara rappresentazione dell’organo e del flusso sanguigno al suo interno.
Il paziente viene invitato a sdraiarsi sul lettino con il torace scoperto. Con l’ausilio di una sonda a ultrasuoni su cui sarà stato cosparso del gel conduttore, il medico andrà ad esplorare la zona.

Prima di congedare il paziente, verrà installato l’holter pressorio. Al paziente sarà applicato uno strumento detto sfigmomanometro, composto da una fascia collegata ad un apposito apparecchio che rileverà la pressione automaticamente per le successive 24 ore.
La persona sottoposta a holter pressorio potrà svolgere tutte le sue attività quotidiane, annotandole su un taccuino in modo che il cardiologo possa facilmente collegarle alle variazioni della pressione arteriosa. Sarà importante anche annotare eventuali sintomi comparsi nel corso delle 24 ore.
Al termine del periodo concordato, il paziente si recherà nuovamente presso l’ambulatorio per togliere l’apparecchio. Successivamente, il grafico risultante dall’attività dell’holter sarà letto e valutato dal medico specialista.

Quanto dura

La durata dello screening ipertensione è di circa 30 minuti.

Preparazione

Non è richiesta alcuna particolare preparazione.