Che cos'è lo Screening glaucoma?

Il glaucoma è una patologia cronica progressiva che va a danneggiare il nervo ottico, spesso evolvendo in maniera asintomatica e quindi difficilmente individuabile senza un apposito screening. Quando il paziente comincia a percepire una perdita della vista, inizialmente a livello laterale e poi a livello centrale, lo stato del nervo ottico potrebbe già essere fortemente danneggiato.

La patologia può essere dovuta ad un aumento della pressione intraoculare o ad un limitato afflusso di sangue al nervo ottico.

Lo screening glaucoma include tutte quelle prestazioni necessarie per la diagnosi del glaucoma:

  • OCT Tomografia Ottica Computerizzata
  • Campo Visivo – campimetria computerizzata
  • Pachimetria corneale
  • Tonometria

In cosa consiste

La Tomografia Ottica Computerizzata, altrimenti detta Tomografia a Coerenza Ottica, è un esame non invasivo che sfrutta la diagnostica per immagini ad alta risoluzione per poter esaminare in maniera approfondita la cornea, la retina e il nervo ottico. Lo strumento utilizza un fascio di luce a infrarossi per la scansione delle diverse strutture dell’occhio. Non è necessario alcun anestetico, poiché non avviene contatto diretto con l’occhio. L’esame è dunque completamente indolore. 

Una volta effettuato l’OCT, il paziente viene invitato a sedersi di fronte ad uno strumento detto campimetro, attraverso il quale sarà valutato il campo visivo e dunque l’ampiezza dello spazio percepibile dall’occhio quando guarda un punto fisso. 

Tramite la pachimetria corneale, si andrà a misurare lo spessore della cornea, mentre con la tonometria si rileverà la pressione interna dell’occhio

Quanto dura

La prestazione dura circa 30 minuti.

Preparazione

Non è necessaria alcuna preparazione. Se dovesse essere necessaria la dilatazione della pupilla, si consiglia di non guidare nelle due ore successive alla prestazione.